BW&BF

venerdì 4 ottobre 2013

Shining - Stephen King (1977)

"<<Grady? È lei?>>
<<In persona. A quanto pare l'hanno messa sotto chiave.>>
<<Mi faccia uscire, Grady. Presto.>>
<<Vedo che non ha avuto modo di occuparsi della faccenda di cui abbiamo discusso, signore. La punizione di sua moglie e di suo figlio.>>"
Jack Torrance e Mr. Grady

TRAMA
Jack Torrance è un professore universitario, aspirante scrittore. È sposato con Wendy, ha un bel bambino sano di cinque anni di nome Danny, e la sua vita potrebbe essere meravigliosa, se non fosse per la grave dipendenza dall'alcool che gli è costata il posto di lavoro.
Per mantenere sè e la sua famiglia, è quindi costretto ad accettare il ruolo di custode invernale per un rinomato albergo del Colorado, l'Overlook Hotel. Il lavoro non è esattamente dei più stimolanti, anche a causa dell'isolamento dovuto alla posizione stessa dell'albergo ed all'imperversare del maltempo; ciononostante, sembra proprio essere quello che ci vuole per aiutare Jack ha scrivere il romanzo che ha in mente e per disintossicarsi definitivamente dalle sue dipendenze.
Danny però, che fin da piccolo manifesta strani poteri, ha dei cattivi presagi riguardo l'imponente edificio; come se non bastasse i suoi presentimenti sono confermati da Mr. Hallorann, il cuoco della struttura che come Danny ha il potere della luccicanza.
Ma un bambino non ha molta voce in capitolo quando si tratta di accettare un lavoro, peraltro ben retribuito. E così la famiglia Torrance si ritrova intrappolata in un ambiente ostile che si rivela quasi un essere senziente e con volontà propria. La volontà di uccidere.

RECENSIONE
Se avete visto l'omonimo film di Kubrick, dimenticatelo. Non perchè non sia un film degno di essere visto, tutt'altro. Ma le atmosfere, le sensazioni e soprattutto alcune parti fondamentali della storia sono state volutamente ignorate.
Il grande regista ha dato una sua versione del libro, che non concorda però con quella di King, tanto che quest'ultimo se ne è dissociato fin da subito. 
Da parte mia, per quanto possa valere, confesso, pur amando entrambe le versioni della storia, di preferire senza ombra di dubbio quella del libro: non solo perchè è quella originale così come è stata concepita, ma proprio perchè più ricca di dettagli, emozioni e scene. In particolare mi hanno colpita tutti gli episodi che avvengono in esterno, totalmente tagliati nella versione cinematografica.
Insomma, se siete amanti del thriller o dell'horror amerete sicuramente questo capolavoro del Maestro del Brivido.

BW

Nella nostra libreria:
Stephen King
Shining (The Shining)
ed. Tascabili Bompiani
429 pag.
traduzione di Adriana dell'Orto