BW&BF

martedì 15 ottobre 2013

Bubba Ho-Tep - Joe R. Lansdale (1994)







  
(Il Faraone fa i pompini agli asini.
Cleopatra è una sporcacciona.)"
Bubba Ho-Tep 

TRAMA
Cosa ci fa Elvis Presley in un ospizio? Semplice: ormai è vecchio, e non può più nascondersi per il mondo dopo la morte del suo sosia,  ingaggiato anni addietro quando The King aveva deciso di abbandonare la vita frenetica dello spettacolo. Ma, ahimè!, il destino è beffardo, e quando cerca di convincere le infermiere che non è un vecchio qualunque di nome Sebastian Haff ma nientepopodimeno che The Pelvis, queste lo deridono. In fondo nella stessa struttura, oltre a lui, ci sono altre "celebrità": un Mr. Dillinger ed addirittura un Presidente Kennedy nero che sostiene di essere stato solo ferito e che il suo cervello è alla Casa Bianca collegato alla batteria, e fintanto che essa funziona lui può andare in giro senza problemi.
Come se questa situazione non fosse già abbastanza assurda, ci si mette anche lo spirito del Faraone Egizio Ho-Tep, uscito dalla mummia che lo conteneva mentre faceva un Tour degli Stati Uniti. Ho-Tep, per mantenersi "vivo", è costretto a succhiare le anime dalla gente, e la Casa di Riposo di Shady Grove è diventato il suo ristorante preferito. Certo, il "cibo" è vecchio e poco nutriente, tanto che basta appena per una notte, ma d'altra parte è anche bello abbondante, e se anche i vecchi cominciano a morire uno dopo l'altro, chi se ne accorge? In fondo sono vecchi...
Ma Elvis "Sebastian" Presley e John "Jack" Kennedy sono più che determinati a non farsi succhiare l'anima, e così cominciano una vera e propria avventura tra l'archeologico e il western.

RECENSIONE
Breve romanzo dello scrittore texano Joe R. Lansdale, Bubba Ho-Tep è in assoluto, a mio modesto parere, uno dei più divertenti e brillanti, anche se forse è uno dei meno conosciuti, almeno in Italia. La trama potrebbe sembrare assurda, ma al solito Lansdale è riuscito a rendere il tutto perfettamente funzionante. I personaggi sono caratterizzati magnificamente, ed alla storia principale si intrecciano i ricordi ed i rimpianti del vecchio Elvis, mescolando ilarità, horror e tristezza/nostalgia.
Insomma, anche stavolta lo scrittore del Texas orientale ha fatto centro, tanto che il libro è diventato anche un film (molto spassoso e fedele all'originale) con Bruce Campbell (il protagonista della trilogia de La casa di Sam Raimi) nei panni del Re del Rock.
Un romanzo consigliato a chi ama l'horror, o l'antico Egitto, o Elvis, o i libri divertenti... insomma, direi a tutti!


BW

Nella nostra libreria:
Joe R. Lansdale
Bubba Ho-Tep (Bubba Ho-Tep)
ed. Addictions
78 pag.
traduzione di Seba Pezzani