BW&BF

sabato 19 ottobre 2013

Messia di Dune - Frank P. Herbert (1969)

ATTENZIONE!!! Il libro di cui stiamo per parlare è il secondo del Ciclo  di Dune. Se non avete letto il precedente, intitolato Dune, vi sconsigliamo di proseguire con la lettura del post.



"Il dramma ricomincia."
L'Imperatore Muad'Dib, il giorno della sua ascesa al Trono del Leone

TRAMA
Sono passati dodici anni dalla vittoria dei Fremen sull'Imperatore Shaddam IV, e Paul "Muad'Dib" Atreides è ancora l'Imperatore della galassia. Insieme alla sorella Alia, alla madre Jessica ed alla concubina Chani governa l'intero universo dalla sua base su Arrakis, il quale si sta lentamente trasformando nel sogno del planetologo Kynes: un pianeta ricco di umidità e vegetazione.
Ma non tutti sono contenti di questa nuova epoca di pace: l'ordine del Bene Gesserit, con la complicità della Gilda Spaziale e dei Tleilaxu, vorrebbe sconfiggere proprio il frutto del suo millenario programma di accoppiamenti selettivi, poichè ne ha perso il controllo.
La stessa Principessa Irulan, la moglie di rappresentanza di Paul, è una Bene Gesserit, e sa che il modo migliore per colpire il marito consiste nell'impedirgli di avere un erede con Chani, e nel contempo riuscire a dargli ella stessa un figlio. Così, di nascosto, somministra alla rivale un potente contraccettivo, che non solo le impedisce di rimanere incinta, ma la remde anche sempre meno fertile.
Un altro pericolo potenzialmente fatale per l'Imperatore è l'inaspettato regalo che riceve da parte della Gilda Spaziale: un ghola, ovvero un clone creato dai Tleilaxu partendo dalle cellule di un uomo appena morto, di nome Hayt. E Hayt è il ghola creato dal corpo di Duncan Idaho, il fedele servitore degli Atreides morto per salvare Paul.
Naturalmente tutti appena vedono Hayt capiscono subito che si tratta di una trappola, ma per salvaguardare il precario equilibrio politico Paul accetta di buon grado il dono.
A questo punto, tutto è nelle sue mani; Muad'Dib dovrà valutare bene, aiutandosi con la prescienza, cosa sia meglio fare, combattendo nemici mortali e conflitti interiori.

RECENSIONE
Seguito del mastodontico predecessore, Messia di Dune potrebbe sembrare un libro di transizione, mirato solo ad introdurre situazioni e personaggi che verranno riproposti nel terzo libro del Ciclo di Dune. Ma man mano che si procede con la lettura del romanzo, ci si accorge che, per quanto effettivamente introduca situazioni e personaggi nuovi, rimane comunque un capitolo fondamentale della storia.
Come gli altri lavori di Herbert, non è una lettura semplice, nè alla portata di tutti. Ma se avrete la determinazione e soprattutto la passione necessarie a terminarlo, non potrete fare a meno di voler cominciare subito dopo il terzo volume del Ciclo.


BW

Nella nostra libreria:
Frank P. Herbert
Messia di Dune (Dune Messiah)
ed. Fanucci Editore
278 pag.
traduzione di Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli