BW&BF

sabato 5 ottobre 2013

Hamburger & miracoli sulle rive di Shell Beach - Fannie Flagg (1981)

"Oggi sul giornale c'era la foto del matrimonio di Ray e Ann. È stato così strano vederla. Ho una foto di Ray e me in cui lui mi cinge le spalle esattamente come fa con Ann sul giornale, e ha anche lo stesso identico sottiso.
È solo questo l'amore? Cambiare una faccia dentro una fotografia?
Che delusione."
Daisy Fay Harper

TRAMA
È il 1 aprile 1952, quando l'undicenne Daisy Fay Harper inizia a scrivere il duo diario, sul quale scopriamo tutto quel che c'è da sapere della sua vita: è figlia unica e vive a Jackson, Mississippi, con la mamma e il papà. Ma dopo poco, grazie ad una fortunata vincita, l'intera famiglia Harper si trasferisce a Shell Beach dove apre un bar sulla spiaggia. L'intento del papà di Daisy Fay è quello di "diventare ricco sfondato", purtroppo però la sua inesperienza abbinata all'abitudine di spendere quel poco che guadagna al bar (e per altri vizi)fa sì che questo desiderio non si realizzi mai.
Nonostante la vita di Daisy Fay non sia esattamente idilliaca, la bambina, col passare del tempo e delle pagina del suo diario, si trasforma in una ragazza, continuando a tenerci aggiornati sugli eventi che accadono a Shell Beach, dai meno significativi, ma comunque divertenti, come la sua partecipazione (truccata) alla Gara di Pesca alla Trota Iridea, a quelli più tragici, come la morte (l'omicidio?) di Ruby Bates.

RECENSIONE
Lo stile del romanzo è quello fresco e spumeggiante che ben contraddistingue i libri della Flagg, tuttavia non il più bello e divertente che abbia scritto.
Come sempre, nelle sue pagine si percepisce chiaramente una nota nostalgica verso gli anni cinquanta, anche se meno rispetto, ad esempio, ad In piedi sull'arcobaleno, che pure non si limita però solo a quel periodo. Hamburger & miracoli invece ha inizio il 1 aprile 1952 e termina il 3 settembre 1959, per cui gli appassionati di quegli anni ne apprezzeranno sicuramente le atmosfere.
Un libro carino e divertente, come quelli che piacciono a me, senza chiavi di lettura complicate per cui uno si deve chiedere "la tal persona, quello che ha detto, quello cha ha fatto, cosa stanno a significare in realtà?".
Certo, è bello leggere libri profondi e che facciano riflettere. Ma trovo che ogni tanto una bella storia fine a sé stessa non guasti.


BW

Nella nostra libreria:
Fannie Flagg
Hamburger & miracoli sulle rive di Shell Beach (Daisy Fay and the Miracle Man)
ed. Sonzogno
305 pag.
traduzione di Olivia Crosio