BW&BF

giovedì 26 dicembre 2013

Mistero in blu - Carlo Lucarelli (1999)

"Ci sono casi, nella cronaca, che anche a distanza di anni, anche quando sembrano risolti e non c'è più niente da fare, restano nella testa della gente..."
Carlo Lucarelli

RECENSIONE
Cosa accomuna una professoressa del Dams di Bologna ed una dell'Università di Catania, un giovane omosessuale impiegato modello al comune di Rimini ed una tassista senese, un anziano conte fiorentino ed una tranquilla famiglia napoletana, ed infine un impiegato delle poste della provincia torinese ed il suo migliore amico? Nulla, se non un tragico destino avvolto nel mistero più oscuro, che nemmeno anni di indagini e sentenze giudiziarie riescono a dissipare del tutto.
Carlo Lucarelli è ben noto al pubblico come giornalista e giallista, anche grazie a fortunate serie di successo come Mistero in blu, di cui in questa antologia sono riportate le stesse vicende, e Blu Notte, talmente famoso da meritarsi persino una parodia.
Se le trasmissioni di Lucarelli fossero un film, sicuramente sarebbero un film di Hitchcock, per la precisione quel brevissimo attimo in cui il regista fa un'apparizione cameo. No, scherzo, perdonate questa sciocchezza, ma se mai vi è capitato di vedere una delle puntate dei suoi programmi coglierete certamente la citazione.
Tornando al libro di cui parlavamo, come già ho detto si tratta di un'antologia di fatti di cronaca nera, casi di feroci omicidi, narrati dall'autore con il suo particolarissimo stile che fa immergere totalmente il lettore nella scena, come se fosse stato lì nel momento dei fatti, e che fa riflettere sulla semplicità della ferocia e della crudeltà degli uomini (intesi come esseri umani).
Un libro sconsigliato a chi è facilmente impressionabile, poiché le fotografie che fa Lucarelli delle scene del crimine sono molto paricolareggiate. Ma chi di voi non avesse problemi di stomaco debole sicuramente apprezzerà questo saggio dello scrittore emiliano.

BW

Nella nostra libreria:
Carlo Lucarelli
Mistero in blu
ed. Einaudi Stile Libero
144 pag.