BW&BF

martedì 3 dicembre 2013

Il ragazzo rapito - Robert Louis Stevenson (1886)

"Non darei nulla ad un Campbell, all'infuori di una palla di piombo nel corpo."
Alan Breck

TRAMA
Ambientato nel 1751 durante il periodo delle guerre civili in Scozia, Il ragazzo rapito ci racconta la storia di David Balfour, un diciassettenne rimasto orfano che, con l'aiuto del pastore del suo villaggio, si reca verso la casa dello zio Ebenezer per reclamare l'eredità che gli spetta.
Lo zio, pur apparendo astioso ed avido, lo ospita per la notte in una casa cadente e semidiroccata, anche se in realtà poco dopo organizza di nascosto il rapimento del nipote ad opera del capitano di una nave schiavista diretta verso le Caroline.
La nave però, giunta sulle coste settentrionali della Scozia, naufraga a causa di una fitta nebbia e David riesce a raggiungere la terraferma. Qui, in preda alla febbre, trascorre alcuni giorni riposandosi e cercando di guarire. Una volta ristabilitosi, trova un messaggio di Alan Breck, un altro superstite al naufragio con il quale in precedenza aveva stretto amicizia e si incammina per raggiungerlo.
Nel viaggio il ragazzo viene coinvolto suo malgrado nell'assassinio della "Volpe Rossa", avvenimento storico realmente accaduto, ed una volta raggiunto Alan i due sono costretti a fuggire in quanto ufficialmente ricercati per omicidio.
Durante la fuga tra di loro nasce un grande affiatamento nonostante le diversità. Alan infatti, è più anziano ed è un Highlander cattolico, rivoluzionario e dalla parte degli Stuart mentre David è un cosiddetto Lowlander, nonchè conservatore e fedele alla Corona Inglese.
Braccati dai soldati di Re Giorgio, saranno costretti a nascondersi tra montagne e foreste nel meraviglioso scenario delle Highlands, fino alla conclusione della vicenda.

RECENSIONE
Altro grande romanzo di formazione, Il ragazzo rapito ci dà l'opportunità oltre al fatto di leggere un bel racconto ricco di avventure avvincenti, anche di imparare un po' di storia.
In questo caso si ha modo di conoscere alcuni retroscena delle insurrezioni giacobite che avvennero con grande spargimento di sangue nel XVIII secolo. 
Ma c'è anche una forte componente romanzesca composta da avventure marinare, naufragi, duelli, attentati ed inseguimenti. Ancora una volta Stevenson, come nel precedente L'isola del tesoro, riprende il tema del ragazzo che, attraverso una serie di peripezie e di fatti tragici, riesce alla fine a maturare fino a ritrovarsi uomo a tutti gli effetti.
Un racconto ricco di spunti che sicuramente non mancherà di appassionarvi, siate voi ragazzi o adulti, non a caso Stevenson l'ha sempre considerata la sua opera meglio riuscita.

BF


Nella nostra libreria:
Robert Louis Stevenson
Il ragazzo rapito (Kidnapped)
ed. Garzanti
267 pag.
traduzione di Alberto Mario Ciriello