BW&BF

lunedì 21 aprile 2014

Le avventure di Tom Sawyer - Mark Twain (1876)

"<<Ora so di che si tratta!>>, esclamò Tom; <<É annegato qualcuno!>>
<<Proprio così>>, disse Huck, <<Hanno fatto la stessa cosa la scorsa estate, quando era affogato Bill Turner, sparano con il cannone sull'acqua, e questo fa sì che il morto venga a galla.>> [...]
<<Perdinci! Vorrei potermi trovare là adesso>>, affermò Joe.
<<Io pure>>, disse Huck. <<Darei qualunque cosa per sapere quello che sta succedendo.>>
I ragazzi continuarono a stare a guardare e ad ascoltare. Di lì a un momento un'idea rivelatrice balenò nella mente di Tom, il quale esclamò:
<<Ragazzi! Io lo so chi è annegato: siamo noi!>>"
Mark Twain

TRAMA
Tom Sawyer è un ragazzo di dieci anni che, orfano dei genitori, viene allevato dalla religiosissima e paziente zia Polly, nel villaggio di St. Petersburg, nel Missouri.
Intelligente, sveglio, e con l'argento vivo addosso, Tom tollera a fatica la scuola, la messa domenicale, le buone maniere, ed in generale, tutte quelle cose che un bravo ed ubbidiente bambino dovrebbe fare, per la gioia dell'amata zia. Tom, al contrario del fratellastro Sid e della cugina Mary, non sopporta proprio il conformismo e la noia della piccola e sonnacchiosa cittadina sulle rive del fiume Mississippi, pertanto fa di tutto per sfuggire a questa vita monotona che a lui non piace proprio e lo fa, spesso e volentieri, anche a costo di ficcarsi nei guai.
Non è un caso perciò che il suo compagno di scorrerie preferito sia il senza-famiglia Huckleberry Finn, il quale può permettersi di non andare a scuola, di dormire dove capita ed, in generale, di fare tutto quello che vuole quando lo vuole. Insieme all'altro amico di Tom, Joe Harper, si improvviseranno prima pirati, poi addirittura cercatori di tesori, lanciandosi in una serie di avventure ora mirabolanti, ora comiche, ora pericolosissime e dalle quali riusciranno sempre a cavarsela.

RECENSIONE
Secondo un "certo" Ernest Hemingway, tutta la letteratura americana deriva dalle opere di Mark Twain, in particolare da due libri che parlano delle avventure di due scatenati ragazzini: Tom Sawyer e Huckleberry Finn. 
Tralasciando per ora Le avventure di Huckleberry Finn (personaggio che ho sempre preferito dei due) che tratteremo in futuro,  concentriamoci sull'opera prima dello scrittore del Missouri.
Le avventure di Tom Sawyer infatti, rappresentano probabilmente il primo di una serie di romanzi legati alla figura romantica del monello ribelle che si oppone con tutta la propria forza alle regole, e che ancora oggi viene riproposta con successo e con buoni risultati anche da autori contemporanei.
Tom, come avverrà qualche anno dopo anche per il nostrano Gian Burrasca, in fin dei conti non è affatto cattivo anzi, in più di un'occasione dà grande prova di generosità e di buon cuore, solamente che non ce la fa proprio a vivere in un mondo regolato da norme che ai suoi occhi appaiono troppo rigide e troppo stupide. Il dover imparare a memoria interi passaggi della Bibbia, il dover andare in giro sempre con le scarpe, andare a dormire ad un orario ben preciso... sono tutte cose che non fanno per lui, tant'è che durante una sua fuga su un'isola deserta al centro del Mississippi, dove per alcuni giorni si dà all'ebbrezza dell'assoluta libertà, ad un certo punto si stufa di quella vita e decide di tornare a casa perchè "non provo nessun gusto a nuotare se non c'è qualcuno che mi dice che non lo devo fare".
Romanzo considerato, a torto, solo per ragazzi, Le avventure di Tom Sawyer ha parecchi spunti da offrire anche agli adulti che, se sapranno lasciarsi andare facendosi guidare dalla magistrale abilità narrativa di Twain, non faranno nessunissima fatica a riconoscersi nel ragazzino terribile, o in qualcuno dei suoi amici.
E tutto questo perchè Tom Sawyer probabilmente è riuscito a scoprire, prima di tutti quanti, che cos'è veramente l'infanzia. E poi perchè, come dice Sergio Campailla nella bellissima prefazione a questa edizione, tutti rimpiangono quest'età, ma in pochi sono realmente disposti a capirla.

BF

Nella nostra libreria:
Mark Twain
Le avventure di Tom Sawyer (The Adventures of Tom Sawyer)
ed. Grandi Tascabili Economici Newton
222 pag.
traduzione di Mariagrazia Bianchi Oddera