BW&BF

giovedì 10 aprile 2014

Amore e sesso nell'antica Roma - Alberto Angela (2012)

"Esattamente come noi, i romani conoscevano diverse categorie di baci, a seconda delle circostanze... Esisteva per esempio il bacio di saluto tra i militari, quello di congedo, quello funebre, quello di riconciliazione, quello di felicitazione ecc.
E poi, ovviamente, esistevano i baci d'amore. E c'è una sorpresa. Se da noi tra un uomo e una donna esiste fondamentalmente un solo bacio d'amore, i romani usavano tre nomi diversi per distinguerne le diverse origini, caratteristiche e finalità..."
Alberto Angela


RECENSIONE
Continua la fortunata serie di libri di Alberto Angela dedicati alla società dell'antica Roma, e questa volta le tematiche affrontate si fanno ancora più interessanti e pure un pochino hot.
Se nel primo volume di questa collana infatti il bravo divulgatore scientifico ci conduceva in un viaggio per le strade dell'Urbe dall'alba fino a tarda notte, e nel secondo ci dava modo di scoprire tantissime curiosità sui luoghi più sperduti dell'impero seguendo il percorso di un sesterzio, questa volta ci svela tutti segreti più intimi degli antichi Romani in materia di amore e di abitudini sessuali.
Basate come al solito su scoperte fatte nei siti archeologici e sull'analisi di testi originali dell'epoca, oltre che ad uno scrupoloso lavoro svolto in laboratorio, le ricostruzioni fatte dall'autore e dal suo team ancora una volta sorprendono sia per l'incredibile cura dei dettagli e per la ricchezza dell'insieme, sia per il consueto ed ormai peculiare modo in cui viene trattato il tutto; vale a dire con estrema competenza e eleganza, usando comunque uno stile fluente ed un lessico estremamente accessibile.
Verremo così a conoscenza del fatto che, se per alcuni aspetti com'è inevitabile, i nostri antenati si comportavano in maniera per noi inconcepibile (il matrimonio, ad esempio, era RIGOSORAMENTE un legame al fine di procreare e nulla più, che non aveva nulla a che fare con i sentimenti), per altre cose invece lascia letteralmente sbalorditi verificare quanto fossero simili a noi.
Solitamente, gli antichi Romani nell'immaginario comune vengono spesso associati al sesso sfrenato, orge selvagge ed a perversioni di ogni tipo, beh inutile sottolineare che tutte queste cose, pur vere, non rappresentano comunque uno specchio fedele della realtà quotidiana dei cittadini dell'impero.
Sarebbe come a dire che se tra mille anni qualcuno ritrovasse alcuni dvd dei film di Rocco Siffredi, pensasse che nella nostra epoca tutti fossero in grado di compiere le acrobazie in camera da letto delle quali è capace il buon Rocco da Ortona. O almeno, diciamo che io non ne sono assolutamente in grado purtroppo... e se qualcuno di voi ci riesce, beh... tanto di cappello!
Per il resto Alberto Angela si dimostra per l'ennesima occasione un abilissimo e piacevole compagno d'avventura, molto bravo anche a mettere i suoi amici (cioè noi) perfettamente a loro agio, narrando i fatti con tono colloquiale ed, in alcuni momenti, anche scherzoso.
Chiudo così, oltre naturalmente a consigliare caldamente questo saggio un po' insolito ma molto gradevole, con alcune cose sparse che avreste voluto sapere sul sesso ai tempi dell'antica Roma, e che non avete mai osato chiedere.
Ad esempio, la classica posizione della donna che sta sopra all'uomo era chiamata mulier equitans e pare che fosse in assoluto una delle preferite, in particolare dal gentil sesso. Oppure sapevate che anche i romani facevano uso di oggetti che ricordano moltissimo i moderni sex toys? Oppure ancora che marito e moglie facevano l'amore solitamente vestiti di tutto punto, al buio ed in modo frettoloso, spesso in posizioni speciali che si riteneva avessero il potere di aumentare le probabilità di concepimento? E che comunque la regola generale era la seguente: moglie e marito si devono accoppiare solo per procreare eredi, mentre per l'amore e il sesso fatto con passione e trasporto si ricorre agli amanti.
Queste sono solo alcune delle numerosissime indiscrezioni presenti nel libro, ma tante altre vi aspettano e così vedrete che, pur comportandovi un po' da voyeur, alla fine ne saprete molto di più sulle modalità che regolavano la sfera amorosa e sessuale di quella che è stata una delle più progredite civiltà del passato. E magari chissà, se avete spirito avventuroso, nulla vi vieta di sperimentare con i vostri rispettivi partner alcune delle tecniche particolari che vi vengono descritte e trarne utili insegnamenti.
Mai dire mai!

BF

Nella nostra libreria:
Alberto Angela
Amore e sesso nell'antica Roma
ed. Mondadori / Rai Eri
316 pag.