BW&BF

domenica 5 gennaio 2014

Robinson Crusoe - Daniel Defoe (1719)

"30 settembre 1659. Io, povero misero Robinson Crusoe, naufragato in alto mare nel corso di una terribile tempesta, ho raggiunto la riva di quest'isola malaugurata e derelitta che ho chiamato Isola della Disperazione."
Robinson Crusoe

TRAMA
Il romanzo narra della vita di Robinson Crusoe, che a partire dall'età di diciannove anni salpa per il mare e vive diverse avventure, tra cui rapimenti e naufragi, a causa dei quali rimane 35 anni lontano da casa, di cui 12 in completa solitudine; incontra e salva poi il "selvaggio" Venerdì, al quale insegna la lingua inglese e la fede cristiana e col quale torna infine alla terra natìa.

RECENSIONE
Racconto d'avventura per eccellenza, Robinson Crusoe venne scritto da Defoe ispirandosi al vero naufragio, seppur molto più breve, vissuto da Alexander Selkirk nel 1704. Il motivo che lo spinse a realizzare quest'opera pare sia stato meramente economico: con il ricavato doveva infatti finanziare il matrimonio della figlia. Forse però non avrebbe mai immaginato che questo suo romanzo sarebbe diventato uno dei più grandi classici della letteratura di tutti i tempi.
Innumerevoli libri si sono ispirati al naufrago più famoso del mondo; tra di essi, vi ricordiamo Il signore delle mosche e Prigionieri del paradiso, di cui vi abbiamo già parlato in passato.
In effetti non poteva non essere un successo: l'autore è stato un vero e proprio maestro nel narrare nel 1719 quel genere di avventure che riempie gli occhi ed il cuore di ogni ragazzo e che ne accresce l'immaginazione e la fantasia, ma che allo stesso tempo anche un adulto riesce ad apprezzare.
Un caposaldo della letteratura mondiale che consiglio a chiunque, senza limiti di età, perchè un buon libro è buono per tutti, anche se ha quasi trecento anni sulle spalle.

BW 

Nella nostra libreria:
Daniel Defoe
Robinson Crusoe (The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe)
ed. Garzanti
327 pag.
traduzione di Riccardo Mainardi