BW&BF

venerdì 3 gennaio 2014

I segreti erotici dei grandi chef - Irvine Welsh (2006)

"È solo un cuoco del cazzo... quanti stronzi come lui alla fine si credono Napoleone."
Danny Skinner

TRAMA
Danny Skinner è un giovane di successo, è simpatico, bello, carismatico e ama ogni genere di divertimento. La sua vita potrebbe essere perfetta, se non fosse per due grossi nei: il primo, che lo segna da tutta la vita, è quello di non sapere chi sia suo padre; Beverly, la madre, ex "punk n° 1 di Edimburgo", da sempre si rifiuta di dirgli chi sia stato quasi ventiquattro anni prima a metterla incinta.
Il secondo motivo di fastidio invece è più recente, e legato alla sua professione. Danny infatti lavora come Ispettore di Igiene Ambientale del comune, ed ultimamente è entrato in contatto ed in conflitto con il timido e "sfigato" collega Brian Kibby, che sembra essere il suo esatto contrario.
Se normalmente Danny non può proprio soffrire Brian, quando il padre di quest'ultimo si ammala gravemente comincia a peggiorare amcora di più il suo modo di vedere il collega, come se questo episodio avesse scatenato in lui un attacco acuto di gelosia.
Agli occhi di Skinner tutto sembra però andare per il verso giusto quando anche Brian contrae una malattia misteriosa ed apparentemente incurabile. Ma la sorte, si sa, è capricciosa, e sempre pronta a tendere agguati dietro l'angolo. 

RECENSIONE
Ispirandosi ad un grande classico della letteratura mondiale, come uno dei grandi chef citati dal titolo Welsh ha saputo aggiungere qualche ingrediente qua e là ricreando una vera e propria prelibatezza dal retrogusto amaro.
Non posso e non voglio svelarvi quale sia la sua famosa fonte d'ispirazione, altrimenti che gusto c'è a scoprirla leggendo questo romanzo dello scrittore scozzese? Vedrete che comunque non avrete alcuna difficoltà nel riconoscerla.
Come sempre Welsh ci colpisce con il suo stile crudo e sferzante, impietoso ed ironico, che non manca di strappare al lettore grasse ghignate alle spalle del malcapitato di turno, a volte anche per situazioni piuttosto drammatiche.
Trovo che, un po' come Una testa mozzata, seppur in modo diverso, anche I segreti erotici dei grandi chef si distacchi da quello che è il classico plot alla Welsh. Forse rispetto ad altri suoi libri famosi è addirittura "edulcorato" (sia ben chiaro, non aspettatevi arcobaleni ed unicorni, e nemmeno un linguaggio all'acqua di rose).
E può essere che sia proprio questa sua particolarità che me lo fa preferire, tanto da averlo scelto per il post di quest'oggi.
Oppure è stato il mio lato discolo stuzzicato dalla geniale impostazione grafica a cura di Guido Scarabottolo: badate, non mi riferisco solo all'immagine della cover; per capire di cosa sto parlando dovrete buttare un occhio anche alla quarta di copertina.

BW

Nella nostra libreria:
Irvine Welsh
I segreti erotici dei grandi chef (The Bedroom Secrets of the Master Chefs)
ed. Guanda Editore
432 pag.
traduzione di Massimo Bocchiola